icona  Ina delegazione delle Marche in Belgio

Giornata delle Marche: la regione in Belgio per ricordare Marcinelle e per parlare di Europa, emigrazione e lavoro.

gdm5.jpgIl presidente della Regione Marche, Gian Mario Spacca, sarà a capo della delegazione regionale che dal 9 all'11 giugno sarà in Belgio per una serie di impegni ufficiali legati alla prossima Giornata delle Marche. Una ricorrenza che cade il 10 dicembre e che quest'anno, nella sua seconda edizione, ha come tema 'Le Marche e l'Europa, l'emigrazione e il lavoro'.

Una scelta motivata in questa occasione da una triste ricorrenza: il 50 anniversario della tragedia della miniera belga di Marcinelle, in cui morirono 262 minatori, 136 dei quali erano italiani, e di questi 12 marchigiani. Ed è per ricordare il sacrificio di questi emigranti e per riannodare un forte legame con tutta la comunità marchigiana del Belgio che è legato lo scopo della missione della Regione Marche.

Con la Giornata delle Marche si vuole infatti celebrare il senso di appartenenza e di identità con questa regione, e allo stesso tempo la storia, la cultura e le tradizioni marchigiane. Ma più in particolare si vuole creare un abbraccio ideale con tutti i marchigiani, specialmente con coloro che vivono all'estero e che sono emigrati da diverse generazioni ma che ancora conservano vivo il legame con la terra d'origine, come è successo lo scorso anno con la comunità dell'Argentina.

La delegazione marchigiana è composta da rappresentanti della Giunta, tra cui, oltre al presidente Spacca, gli assessori al Lavoro, Ugo Ascoli, e alla Cultura, Giampiero Solari, da rappresentanti del Consiglio regionale, da componenti di enti locali, da rappresentanti sindacali e delle associazioni dei marchigiani nel mondo.

20060611-Genk-Presidente_con_un_minatore_Marchigiano.jpgIl primo appuntamento ufficiale sarà a Bruxelles, il 9 giugno, alle ore 9.30, nella sede delle Regioni del Centro-Italia, per la riunione del Consiglio direttivo delle Associazioni dei Marchigiani all'estero, in cui si definiranno le nuove linee di indirizzo del Piano Triennale 2007-2009.

Giornata delle Marche, la Regione in Belgio per ricordare Marcinelle e per parlare di Europa, emigrazione e lavoro

Il 10 giugno la delegazione si sposterà a Genk, nella provincia del Limburgo. Dopo il saluto del sindaco della città, alle ore 14, presso la miniera di Winterscag, si raduneranno le Associazioni dei Marchigiani in Belgio, presiedute da Lorena Noè, per lo scambio di saluti con il presidente della Regione Marche, Gian Mario Spacca, e il presidente del Consiglio regionale, Luigi Minardi. Per l'occasione, il presidente Spacca consegnerà la bandiera della Giornata delle Marche 2006 ai giovani marchigiani residenti in Belgio. Prevista anche l'esibizione del coro dei minatori e la consegna delle decorazioni ai minatori marchigiani e alle vedove dei minatori. Seguirà la deposizione di una corona di alloro al Monumento dei minatori.


DSC_7845_JPG.jpgL'ultima tappa belga in programma è prevista l'11 giugno nella provincia dell'Hainaut, a Charleroi, nelle cui vicinanze sorge Le Bois du Cazier di Marcinelle, teatro della tragedia dell'8 agosto 1956. Alle ore 10, sarà deposta una corona di alloro al Monumento dei Minatori Italiani presso il Cimitero di Marcinelle. Uguale cerimonia, alle ore 10.30, presso il Bois du Cazier, al Monumento delle vittime dell'8 agosto 1956, posto all'ingresso della miniera. Sarà apposta una targa commemorativa della Regione Marche al Muro dei Ricordi. Seguirà la visita al Memoriale.

La delegazione marchigiana, dopo i saluti delle autorità locali, si muoverà verso il Museo di Marcinelle dove, nella 'Sala 8 agosto 1956' si svolgerà una solenne cerimonia di commemorazione delle vittime della tragedia, a cui seguirà la consegna della decorazione alla memoria del minatore Rodolfo Batoccolo. Al termine, una lettura di testimonianze dei tragici fatti di Marcinelle e del lavoro delle miniere, a cura di Luca Violini, e la visita al Museo.

Fonte: Ufficio Stampa Regione Marche


      
icona  Foto