icona  L'omaggio ai minatori dell'associazione dei marchigiani in Lussemburgo

Il 10 dicembre la seconda edizione della Giornata delle Marche è stata festeggiata dai marchigiani di tutto il mondo. La festa dell'associazione dei marchigiani di Lussemburgo all'insegna dell'orgoglio e della riflessione.

Come segnalato dall'Associazione Marchigiani di Lussemburgo, il 10 dicembre è stata una giornata partecipata 'con orgoglio, offrendo un momento di riflessione sulla storia dell``emigrazione marchigiana, i sacrifici, il lavoro e le sue vittime'.

lussemburgo.jpgIn Lussemburgo, spiega una nota, si è voluto rendere omaggio ai lavoratori emigrati che 'hanno costruito l``Europa prima dei politici, riunendo la categoria dei minatori. Questa categoria è sicuramente la più rappresentativa a causa delle condizioni estreme di lavoro e il tributo pagato in vittime'.

Le celebrazioni sono iniziate nel primo pomeriggio di domenica con la sfilata della Fanfara dei Bersaglieri di Ascoli Piceno (nella foto sopra) nelle vie di Esch sur Alzette, città del Lussemburgo dove si trova la più alta concentrazione di marchigiani (la stessa Fanfara marchigiana ha sfilato il 9 dicembre in occasione dell'apertura di 'Lussemburgo, 2007 Capitale europea della Cultura').

Il Presidente dell``Associazione, Furio Berardi, a nome del Presidente della regione Gian Mario Spacca, ha poi decorato con la medaglia al merito regionale 45 minatori o le loro vedove, residenti nel Gran Ducato di Lussemburgo o provenienti dall``est della Francia.

'Ai momenti di riflessione si sono susseguiti momenti di indescrivibile emozione ' scrive l'Associazione - La partecipazione dei nostri corregionali è stata di gran lunga superiore a qualsiasi nostra previsione ed è stata sicuramente una delle manifestazioni più apprezzate dai partecipanti'. Alla cerimonia ha preso parte anche il Console d`Italia in Lussemburgo, Carmela Maria Rosaria Gragnani.

L`Associazione Marchigiani di Lussemburgo ha previsto una serie di iniziative per tutto il 2007 a partire dalla partecipazione al progetto «Retour de Babel» sulla storia delle migrazioni, da e verso il Lussemburgo.

luss.jpgNel mese di giugno è prevista la mostra itinerante: L`architettura Picta di Raffaello e la mostra Trubbiani e le Marche. Si terranno poi Workshop di promozione dei prodotti marchigiani, una cena con prodotti e cuochi marchigiani e la presentazione del libro: Le mie memorie, di Luigi Peruzzi, emigrato marchigiano antifascista (nato a Mercatino Marecchia ' Novafeltria, nel 1910), edito dall'associazione.

E' inoltre prevista una conferenza del Prof. Alfredo Luzi, sul tema Gli scrittori marchigiani contemporanei e il paesaggio.

 

Fonte: Ufficio Stampa Regione Marche

 


      
icona  Foto