icona  Scambi, giovani talenti, difesa del patrimonio artistico

Spacca_Shumova_3.jpgFirmato presso la sede del Comune di Pesaro un Protocollo tra Regione Marche e Fondazione russa della Cultura. L'accordo prevede relazioni bilaterali sui temi della Cultura, dura due anni ed è rinnovabile.

Il Protocollo è stato firmato sabato 9 dicembre a Pesaro mentre nella Piazza del Popolo stava partendo la grande festa per la Seconda Edizione della Giornata delle Marche e a Palazzo Gradari si stavano tenendo le mostre in programma.

Vogliamo consolidare la nostra proiezione all'estero anche attraverso la cultura - ha detto Gian Mario Spacca - che ha ricordato che le Marche sono presenti con importanti mostre a Mosca (Gli artisti marchigiani del XX secolo) e a Bruxelles (Federico Barocci), due mostre che testimoniano come le Marche abbiano influenzato i grandi filoni della cultura pittorica europea e non solo.

La nostra Associazione ha 20 anni di vita ' ha detto Tatiana Shumova, vice presidente del Fondo Russo della Cultura ' ed è interessata a intraprendere una lunga strada di collaborazione con le Marche, di cui abbiamo avuto modo di apprezzare l'espressione dei suoi artisti nell'importante mostra che si sta tenendo a Mosca. In realtà una collaborazione che interessa anche il Turismo e che prevede la creazione di un comitato tecnico di sei membri, in rappresentanza delle due realtà.

Quattro i punti oggetto dell'Accordo:

Firma_protocollo_2.jpg- progetti reciprocamente vantaggiosi nella cultura e turismo, volti alla conservazione del patrimonio e arricchimento reciproco della cultura italiana e russa;

- scambi culturali e supporto ai giovani artisti;

- cooperazione per la promozione della cultura italiana e russa. Anche concerti, manifestazioni, per contribuire alla crescita dell'attivita` creativa, per la conoscenza di musicisti, fotografi, cineasti;

- richiamare finanziamenti necessari per realizzare programmi di cooperazione culturale, attraverso finanziamenti governativi, sponsorizzazioni, e altre fonti.